fbpx
  • IL RITORNO DEL RE YESHUA
    Bisceglie - "Ecco, Egli viene con le nuvole e ogni occhio lo vedrà... Sì, amen." (Ap 1:7)
  • CHIESA NUOVA
    Ruvo - "Ecco, io sto per fare una cosa nuova...aprirò una strada nel deserto, farò scorrere fiumi nella steppa." (Is 43:19)
  • LA ROCCIA
    Barletta - "Ma quella casa non è caduta, perché era fondata sulla roccia." (Mt 7:25)
  • LA TORRE DI YHWH
    Molfetta - "Aggiustate la strada, toglietene le pietre, alzate una bandiera davanti ai popoli!" (Is 62:10)
  • BETHLECHEM
    Frattamaggiore - "Ma da te, oh Betlemme, Efrata, così piccola per essere tra le migliaia di Giuda..." (Mi 5:1)

Erano i primi di novembre del 2005 quando il Signore Gesù mi fece percepire la Sua presenza nella mia stanza.

Atterrito da un peso spirituale che riempì quel luogo, ebbi la percezione chiara e precisa di non essere solo, Lui era lì; ciò accadeva mentre leggevo il vangelo di Matteo per la prima volta, precisamente il capitolo 16, dal versetto 24 al 26 che dice così: 24 Allora Gesù disse ai suoi discepoli: <<Se uno vuol venire dietro a me, rinunci a se stesso, prenda la sua croce e mi segua. 25 Perchè chi vorrà salvare la sua vita, la perderà; ma chi avrà perduto la sua vita per causa mia, la troverà. 26 Che gioverà a un uomo se, dopo aver guadagnato tutto il mondo, perde poi l'anima sua? O che darà l'uomo in cambio dell'anima sua?>>.

Non so in che modo, il Suo Spirito mi disse "Niki lascia tutto e seguimi". Fu così che incominciai a leggere costantemente la Scrittura e a seguire la Via...

Il giorno dopo, a lavoro, raccontavo la mia esperienza alle mie clienti, quando ad un certo punto fui come rapito in estasi ed avvertii il suono distinto di un coro celeste, una musica eterea, e chiesi loro se sentissero tali suoni, ma ero l’unico. Avevo udito il coro angelico, qualcosa di meraviglioso che non si è mai più verificato.

Di lì a poco incominciai a frequentare una chiesa locale a Bisceglie e così il 20 novembre 2005, a soli 17 giorni da quell’evento nella mia stanza, incominciai ad amare il Signore. Esattamente 50 giorni dopo, senza avere alcuna conoscenza di cosa fosse la pentecoste e di cosa fossero le lingue, mentre lodavo ed adoravo Dio ricevetti il battesimo nello Spirito, precisamente il 1 gennaio 2006. Erano passati esattamente 50 giorni dal mio credere in Gesù al battesimo in spirito; calcolo che scoprì molti anni più tardi...

Il 17 febbraio 2006 sono stato battezzato nelle acque. Da lì a poco vidi grandi manifestazioni di guarigione per imposizione delle mani. Ero una nuova creatura, perdonato, felice, rinato. 

Incominciai a condurre gruppi di evangelizzazione non ufficiali, che ben presto si trasformarono in gruppi stabili crescenti, tali da necessitare di una sede più consona per l'espansione del Vangelo. In concomitanza con il conseguimento della mia laurea, aprii un'associazione sportiva nel 2008, dove ogni sabato era dedicato alla predicazione. Il gruppo crebbe fino a 15 elementi.

Nel 2011 nasceva l’opera “Tesoro nei Cieli, associazione per il sociale dedicata esclusivamente a soccorrere l’orfano, la vedova, lo straniero ed il bisognoso con il vestiario e non solo. Ci ritrovammo nel 2014 a dover sostenere circa 100 famiglie, per un totale di 400 persone circa, e così il luogo adibito a tale lavoro, non fu più consono a sopportare la mole di vestiario che giungeva per donazioni; dovemmo cambiare locale e così decidemmo di unire, in un solo locale, l’associazione “Tesoro nei cieli” e la nascente chiesa chiamata “Il ritorno del Re Yeshua”.

Con l’arrivo del nuovo locale di culto, fummo diretti dal Signore ad incrementare i servizi nella chiesa biscegliese e ad impegnarci fortemente per l'opera in questa città. 

Verso la fine del 2015 abbiamo avuto necessità di conoscere altre realtà che credessero, come noi, al riconoscimento dei ministeri e dei doni spirituali voluti dal Signore e di ritrovare, quasi nostalgicamente, quelle dinamiche citate nel libro degli Atti e delle lettere paoline tanto agognate. 

Da quel momento in poi, Yahweh Padre ci ha messo in cuore di ritornare alle cose semplici, di non aderire più a nessuna denominazione e di non fare del vangelo una questione di casate, perchè lo Spirito non può contraddire se stesso: ciò che si sostiene venga dallo Spirito in una chiesa, non è possibile che giunga al contrario da un'altra chiesa che assegna la paternità allo stesso Spirito. Lo Spirito non è diviso, è il medesimo. La Verità è una.

Per questo noi non siamo una "chiesa cristiana evangelica", bensì una "chiesa cristiana" che condivide con gli evangelici gran parte della rivelazione della Scrittura. 

Nel novembre 2018 abbiamo celebrato il Signore in segno di ringraziamento del primo decennale della nostra chiesa, la cui prima predica, di cui abbiamo memoria, fu nel novembre del 2008.

Personalmente voglio ringraziare Yahweh Padre per aver usato F. S. per insegnarmi la disciplina alla lettura ed alla preghiera, per aver usato G. S. nell'insegnarmi la pazienza e l'entusiasmo dello Spirito, per aver usato E. G. per dimostrarmi la riflessione prima del parlare, per aver usato S. S. per contagiarmi con l'amore di un fanciullo verso Cristo Gesù, per aver usato L. P. per esortarmi alla costanza e ad avere un cuore dedicato alle anime. I loro insegnamenti parlano ancora alla mia vita.

Non per ultimi, voglio ringraziare il Signore per avermi nutrito, anche se da lontano, con le parole predicate da David Pawson, David Wilkerson, Paul Washer, per un vangelo integrale, vero, apostolico, profetico e perfetto; con le parole predicate da Pietro Varrazzo, dottore della Parola di una sapienza celeste, e Vittorio Fiorese per l'esempio di vita evangelistica.